giovedì 31 maggio 2007

Zefiro... a volte impetuoso a volte brezza leggera...

Anche questo fa parte della vita di un blogger, che prima di spegnere la macchina riceve un commeto e ne rimane colpito, così decide di dedicare un post a Zefiro:

Ciao Zefiro, il tuo nick mi ha subito incuriosito.

Come hai letto due post precedenti, si è instaurato questo gioco dell'anonimato, più o meno anonimo, che stimola la mia enorme curiosità nel cercare di capire chi scrive i commenti.

Erroneamente consideravo solo visite di persone da me conosciute, alle quali ho comunicato il link al mio BLOG e poco probabile che, nell'immensità della rete di internet, qualcun’altro ci cascasse dentro.

Già dal messaggio di ieri dovevo capire che tu non rientri nella cerchia di persone che conosco personalmente.
Avevo pensato a qualche amico di amici, legato qualche giro della vela, che si personificava in questo vento di ponente.
Oggi è chiaro che sei un visitatore o visitatrice (visto che scrivi che non sei mai stata nella mia città) assolutamente distante da me, non solo in termini geografici.

Tutto questo mi diverte, incuriosisce e stimola ulteriormente.
Io sono un blogger novizio che fa rima con Maurizio, il mio vero nome, per tanto faccio fatica a muovermi in questo mondo.

Tutto questo è nato per lasciare un segno di questo mio momento di vita che, anche se non sembra, comporta per me parecchi sacrifici ma che sono sicuro porterà alla fine molta soddisfazione.

Rispondo brevemente ad alcune delle tue domande:

hai una squadra di aiutanti?
No, solo qualche amico saltuariamente mi aiuta, in modo particolare Massi. Dietro questi lavori c’è la “regia” di un muratore anziano, che è il mio Maestro. Lui mi insegna come preparare la malta, come chiudere la tracce, come bloccare i tubi dei cavi elettrici e mi ha prestato del materiale, altro lo ho comprato. Ti assicuro che a vedere i muratori lavorare sembra tutto facile e divertente, ma poi quando hai una cazzuola in mano capisci che non è poi un lavoro cosi stupido e che i muratori anziani ne sanno molto di più dei giovani ingegneri.

Ma a TO cosa si fa di bello oltre a ristrutturare casa??
Di tutto, dalla vita mondana ballando, o meglio “pogando” in discoteca fino al mattino alle tranquille gite in visita a una stupenda città, nota in modo particolare per una squadra di calcio e per un’industria automobilistica, ma che non tutti sanno essere stata la prima capitale d’Italia e prima ancora, città dei monarchi.
Purtroppo Torino è stata per anni tagliata fuori. Solo grazie alle Olimpiadi invernali è tornata a farsi sentire.

Mi consigli posti da visitare!
Metterò un link a un sito che parla di Torino

C’è vita mondana?
Si, molta e di tutti i tipi.

Si dice che i piemontesi sono chiusi, eppure tu non sembri così!
Chi ti ha detto che sono piemontese ;-)

Non so quando verrai a Torino, ma la mia avventura non finirà rapidamente. In ogni caso considerati mio ospite, in fondo hai già messo il naso in casa mia.
Se hai bisogno di informazioni o aiuto lo farò volentieri.
Le critiche che ho ricevuto sono per lo più scherzose, a tutti il mio blog è piaciuto e come dici tu è proprio uno stralcio di vita reale.

Guarda tra le foto gli amici…… ci sei anche tu!

Posso solo immaginare che geograficamente vivi molto distante e mi piace pensare che vivi vicino al mare.

A presto Zefiro.

Mari (il blogger)

5 commenti:

Anonimo ha detto...

ciao mauri,
certo che sei forte...troppo bello
un ' idea simpaticissima
a presto SABRI

Zefiro ha detto...

Buonasera Mari,
…e che il gioco dell’anonimato continui, ma esorterei chi lascia un messaggio di cercarsi un nickname che lo caratterizza…giusto “Anonimo” che mi chiedi come fare a depositare un brevetto??? Ti spiegherò come fare a depositare per esempio il brevetto del Mari nel momento in cui interagirai con noi con altro Nick, meno “anonimo” e più fantasioso…non me ne voglia a male il neo-bloggista Mari, sto scherzando, darei una spiegazione un po’ più generale sui brevetti!

Giusto Mari, hai ragione, non ci conosciamo, sono una perfetta sconosciuta a cui piace navigare su internet! E sono una ragazza… perché Zefiro visto che è un nome maschile? Perché è il nome di un vento meraviglioso che mi porta indietro a più di 15 anni fa, ad un periodo meraviglioso… e perché un po’ mi caratterizza …e poi anche lui viene da ponente! Se vivo vicino al mare? Non proprio sul mare ma mi è molto vicino, non ne potrei fare a meno!
Per quanto riguarda la mia futura permanenza a Torino, allora aspetto il tuo nuovo link almeno inizio a farmi un’idea di questa sconosciuta città.

Ops, che gaffe! Non sei piemontese allora? Neanch’io!

La mia foto è carinissima, lasciala, mi fa piacere essere nel tuo blog!

Buona notte... anzi no, buona serata…
Zefiro... a volte impetuoso a volte brezza leggera...

Chan Chan ha detto...

Buonasera Mauri,
allora pian piano si sta animando il tuo blog...e le mie "critiche" forse forse sono servite!

Attento alle spiegazioni di Zefiro sul deposito brevettuale, se l'interessato "anonimo" si caratterizza meglio, ci sarà da giocare sul tempo...che vuol dire? Regola generale: il brevetto è di chi deposita prima! OK, ma se 2 "anonimi" vanno a depositare lo stesso giorno il medesimo brevetto? Qui scatta il trucco: sei tu l'autore dell'idea? Sì, (anche se qualcuno per scherzo ha scritto una finta lettera all'Ufficio Brevetti sulla tua finestra)... e allora devi scrivere su un quaderno dettagliatamente con date precise la tua invenzione...allora se l'altro non ha nulla di scritto che comprovi la natalità dell'idea, vinci tu! Zefiro confermi???

Ma sbaglio o in questi giorni stai lavorando poco??? Il cantiere non procede, eh eh eh!

Un bacio e buona notte

CHAN CHAN ha detto...

Dimenticavo:
per i Torinesi e Canavesani
SABATO SERA 2 GIUGNO AD IVREA CONCERTO GRATUITO DI PIERO PELÙ, TERESA DE SIO e altri...potete visitare il sito www.localport.it

Zefiro, anche se al momento, vista la lontananza, gli eventi piemontesi possono non interessarti, per il futuro questo sito potrà servirti e molto!

Mauri, che dici, inserisci anche questo sito nei link???

Aribuonanotte

Anonimo ha detto...

Va bene, vista la confusione di tutti quelli che stanno sotto la coperta dell'anonimato, mi adeguo alla richiesta di distinzione, anche se credevo che bastasse il mio bello spirito a distinguermi.

Dunque il mio nome è Cerutti Gina ma mi farò chiamare Draga , non per svilirmi su stazza e tonnellaggio, e nemmeno per autoincensatori miraggi sul "pescaggio", ma solamente per il rumore fastidioso che immagino produca.

Firmato
Draga