venerdì 13 luglio 2007

la "Nike" e il "Mari"

Le buone amicizie sono come il buon vino, conservate con cura migliorano negli anni...
Riporto esattamente quanto pubblicato da Nike nel suo nuovo blog http://nikitastory.blogspot.com/ per ricambiare il segno di amicizia, che dura da molti anni nonostante la lontananza, e per parlare del mondo dei blogger.
Questa foto è stata fatta a Maggio, nell'ultimo viaggio che ho fatto in terra natia.
Così il mondo dei blog ha un nuovo utente, che non è solo un visitatore, ma parte attiva.
Ieri sera, nel mio letto, facevo alcune riflessioni su questa mia attività.

C'è ancora gente che pensa che chi usa internet non è capace a relazionare con il prossimo, e si nasconde dietro un cavo. Chi invece pensa che tu lo faccia per esibizionismo, per metterti in luce, per farti notare.
Non credo di appartenere alla prima categoria, penso che quanto scritto da Nike e gli altri amici, lo possano confermare.
Forse sono esibizionista, ma non mi interessa ne mettermi in luce, tanto meno farmi notare.
Sicuramente se Ernest Hemingway avesse avuto internet, probabilmente avrebbe il suo blog. Non fraintendete quanto scritto, nessuno ha la presunzione di essere un grande scrittore come Hemingway, ma bisogna avere qualcosa da raccontare e la passione per la scrittura.

Ormai il computer è di uso quotidiano, e come diceva Bill Gates alcuni anni addietro, internet è entrato nelle nostre case con prepotenza e velocità, consona con i nostri tempi.
Le email hanno sostituito la posta tradizionale, le schede di memoria delle macchine fotografiche digitali hanno rimpiazzato le pellicole, cosi come ha fatto la musica in formato mp3 con i vecchi e voluminosi dischi in vinile e audio cassette.

I blog possono parlare, suggerire, aprire discussioni o solo semplicemente essere un posto dove mettere i proprio appunti di vita, scrivere un diario, far sentire la propria voce.
In effetti nasce proprio così, come un diario in rete. Il termine blog è la contrazione di web log, ovvero "traccia su rete". Il termine weblog è stato creato da Jorn Barger nel dicembre del 1997. La versione tronca blog è stata creata da Peter Merholz che nel 1999 ha usato la frase "we blog" nel suo sito, dando origine al verbo "to blog" (ovvero: bloggare, scrivere un blog).

Quindi bisogna:

  • avere qualcosa da raccontare
  • avere voglia di scrivere
  • essere vanitosi, almeno in parte (cosa c'è di male!)

4 commenti:

Nikita ha detto...

Grazie Mari per quello che hai scritto: Ernest Hemingway era uno scrittore, ma prima di tutto era un sognatore. E i suoi sogni erano grandiosi. Forse un pò grandiosi (e sognatori) lo siamo anche noi che postiamo sui blog, con l'aspettativa che i nostri amici possano condividere con noi le nostre emozioni e i nostri pensieri più o meno quotidiani...Certamente abbiamo trovato il modo di rompere la cortina di silenzio che, nell'era della comunicazione totale, ci circonda. Le crititche costruttive sono sempre positive, quelle distuttive impoveriscono solo chi le emette.
Nike

Il Mari ha detto...

Forse può sembrare gandhiano... ma anche le critiche distruttive servono. Dopo una distruzione c'è sempre una ricostruzione, qualcosa di nuovo.

guasty ha detto...

Mi piace come hai espresso il concetto.
E' piacevole conoscere le persone attraverso i loro blog, in modo più "facile" di quello che potrebbe essere nel mondo reale, dove siamo comunque impastoiati in alcune regole di comportamento.

Nel mondo reale non mi sarei mai permessa di "dire" a un giovanotto: - ehi, che cosa interessante tu che ristrutturi con le tue mani la tua casa, perchè non fai circolare le foto di come procedono i lavori? -

Qui non ho problemi a farlo, e neanche a fare il saltimbanco ficcanasando negli affari altrui, dato che molti di quelli che leggi sembra che cantino dall'"Ernani" veridano udite tutti del cor mio gli affanni .

Posso però dire che dopo l'input iniziale molte cose muoiono lì; altre volte sorge una specie di stima reciproca e di buona volontà a mantenere un contatto di conoscenza, quacosa di molto simile all'amicizia insomma.

Anonimo ha detto...

Che bel post che hai scritto zio!! Concordo in pieno!!
Io penso che chi ha un blog abbia semplicemente voglia o bisogno di comunicare qualcosa agli altri.. Poi è vero, ci sono gli esibizionisti ecc ecc, ma spesso è solo volontà di urlare un messaggio al mondo!! ;)
Ah, un'ultima cosa.. Penso che sia una grande fortuna averti come amico!! ;)
Un bacio dalla tua nipotona!! :)