lunedì 25 giugno 2007

Come intonacare una parete da zero

Venerdì sera la parete da intonacare si presentava così. Mattoni grezzi, senza niente sopra. Quindi per prima cosa ho dovuto preparare le fasce.
le fasce servono come riferimento e appoggio della staggia. devono essere lisce e a piombo.
Su di esse vi appoggerò la staggia e asporterò il materiale in eccesso, in modo da avere alla fine un piano unico.
Per farle bisogna fare due riferimenti per ciascuna, uno in alto e uno in basso. Vi si appoggia la riga e si controlla che sia a piombo:

Se non lo fosse si aggiunge o si toglie del materiale da una delle due.
Tenete conto che lo spessore dell'intonaco finito dovrà essere di 1-2 cm.
Una volta messe a piombo si esegue lo stesso lavoro nel lato opposto, calcolando la distanza tra le fasce pari alla lunghezza totale della riga, meno 30 cm circa.
Alla fine abbiamo quattro punti di appoggio come vede in foto:

Aspettate che si asciughino, poi formate due righe verticali di malta, con uno strato superiore all'altezza dei quattro riferimenti.
Con la riga asportate il materiale in eccesso in modo da ottenere due fasce lisce e di spessore uniforme come queste:

Era venerdì notte quando ho finito questo lavoretto, e ho aspettato l'indomani mattina prima di intonacare definitivamente tutto.
Meglio aspettare che la malta si indurisca bene, altrimenti passando la riga sopra, rischieremo di rovinarle.
Tra poco vedrete la finitura delle pareti.
Il Mari
P.S. Niente foto personali ne ospiti questo giro, si lavora sodo perché siamo alle porte del fine settimana e mi aspetta una mattinata al mercato di Porta Palazzo e una giornata al mare.

1 commento:

boingboin ha detto...

i tuoi post mi sono di grande aiuto complimenti ciao Mari e continua così!!!